Mercoledì 20 ottobre alle ore 15.30, in presenza nell'Aula Magna dell'Unifortunato e contestualmente in streaming, si terrà l'incontro inaugurale della III edizione del Laboratorio interdisciplinare Shoah: memoria, didattica e diritti promosso dall' Unifortunato e diretto dal Prof. Paolo Palumbo, Straordinario di Diritto ecclesiastico e canonico.


La lectio inaugurale sarà tenuta nell' Aula Magna dell' Unifortunato dal Gen. di Corpo d’armata Giuseppenicola Tota, Comandante del Comando Forze Operative Sud dell’Esercito Italiano sul tema: "La persecuzione degli ebrei in Europa. La storia delle armate italiane che hanno protetto e salvato gli ebrei".

Seguirà, in diretta streaming, la testimonianza di Sami Modiano, superstite dell'Olocausto, sopravvissuto al campo di sterminio di Auschwitz ed attivo testimone della Shoah.

Per partecipare è necessario inviare entro martedì 19 ottobre  una mail di adesione ad  eventi@unifortunato.eu

Per quanti richiederanno di partecipare in presenza, fino alla capienza massima  consentita, dell'Aula magna, sarà necessario essere in possesso del Green Pass. 

Coloro che parteciperanno in streaming riceveranno le credenziali di accesso all’aula Zoom dell’incontro.

"Il Laboratorio interdisciplinare sulla Shoah  - spiega il Prof. Paolo Palumbo - è erogato in modalità open access, in quanto l’Ateneo ritiene particolarmente importanti i contenuti affrontati e trattati. 

Obiettivo del laboratorio è far acquisire strumenti interpretativi e capacità critica per una comprensione più approfondita della Shoah, per studiare e approfondire la storia dell'Olocausto - che resta, come scrive Primo Levi, una pagina del libro dell'Umanità da cui non dovremo mai togliere il segnalibro della memoria - e sarà utile per comprendere cosa possiamo imparare per il nostro oggi, cogliendo i segnali di allarme che ancora mettono a rischio la vita civile e democratica".

In questi anni sono stati ospiti del Laboratorio organizzato dall'UniFortunato: Liliana Segre, Andra e Tatiana Bucci Marcello Pezzetti, Anna Piperno, Maria Patrizia Violi, Anna Foa e tanti altri studiosi ed esperti.