Ho avuto la fortuna di allenare diverse società della provincia di Benevento riuscendo ad ottenere risultati e successi importanti che mi hanno fatto crescere come persona e come tecnico.


Avevo deciso di fermarmi per impegni personali ma poi è arrivata la chiamata del presidente Camerlengo e in pochi minuti abbiamo trovato l’intesa. Ringrazio il Presidente e la responsabile staff tecnico Raffaella Pericolo per la fiducia che hanno riposto in me.

San Giorgio e’ una piazza importante e ambiziosa,  una società che ha scritto e continua a scrivere pagine importante del volley provinciale, regionale e nazionale, dove  passione e della competenza rappresentano un valore assoluto.

Sono qua da qualche settimana ma già tutto è molto chiaro. Ho trovato un ambiente che ti trasmette una passione infinita per la pallavolo e che, come me, ha voglia di vincere e divertirsi. Da avversario sono stato sempre colpito dalla grande organizzazione societaria,  attenta ad ogni minimo dettaglio, un puzzle perfetto che alla fine rende tutto più semplice e piacevole. Per quanto mi riguarda queste sono componenti essenziali quando si vuole costruire qualcosa di importante.

Da questa stagione mi aspetto innanzitutto che ci siano le premesse per un campionato normale. Sappiamo benissimo che il rischio COVID è sempre in agguato, ma con le giuste precauzione e accortezze tutto potrà essere affrontato nel migliore dei modi.

Spero con tutto il cuore di poter rivedere il pubblico sugli spalti perché credo, essendo un grande  passionale,  che possa rappresentare l’ottavo uomo in campo, specialmente in una piazza come San Giorgio del Sannio,  dove la cultura della pallavolo è radicata e gli spalti del Palasport sono sempre stati gremiti al limite della capienza. La passione dei tifosi sangiorgesi verso le loro “diavole rosse” ha  fatto di questo campo uno di quelli più difficili dove giocare e spero che questo possa verificarsi anche quest’anno. Il prossimo sarà un campionato molto difficile, con diverse squadre attrezzate per il salto di categoria. La nostra è una squadra giovane, con buone potenzialità, che ha come obiettivo quello di migliorarsi allenamento dopo allenamento e che sicuramente venderà cara la pelle su ogni campo. Sudore e lavoro sarà il nostro motto. Onoreremo la maglia sempre. Dovremo essere bravi a diventare squadra nel minor tempo possibile. Solo attraverso un grande gruppo si ottengono grandi risultati e qui ci sono le premesse per costruire qualcosa di veramente importante.