Il Corpo di Polizia municipale di Benevento comunica che il ragazzo che era stato identificato per essere stato l’autore della violazione delle norme anti-Covid19, accertata due sabati fa in Piazza Risorgimento, con l’utilizzo della musica ad alto volume diffusa con l’autovettura di proprietà, ha provveduto a pagare la sanzione amministrativa di € 373,34, estinguendo così l’infrazione commessa.

Nel frattempo sono state comminate due sanzioni amministrative di € 280,00 cadauna a carico del titolare di una pasticceria-caffetteria e di una sala da ballo.

Per ambedue le attività è scattata la chiusura per giorni 5 (cinque) dal 2 al 6 marzo 2021. Va detto che il titolare della sala da ballo ha già provveduto a pagare la sanzione amministrativa.

“Appare veramente difficile – osserva il comandante della Polizia municipale Fioravante Bosco – comprendere le ragioni per le quali si continua a rischiare di subire le sanzioni previste dal decreto legge n. 19/2020, piuttosto che mettersi al riparo dalla pandemia.
Nello stesso tempo – aggiunge il comandante – sarebbe davvero auspicabile che tutti i cittadini facessero il proprio dovere per evitare i contagi e che tutti gli esercenti commerciali rispettassero le misure previste dalla legge per evitare multe e chiusure dell’attività”.