Per il sindacato questo vorrebbe dire che la riduzione dei giorni di lavoro settimanali da 6 a 5, aumenterebbe l’orario di lavoro giornaliero che passerebbe da 6,20 ore a 7, 30 ore, con pesanti ripercussioni sul servizio domenicale. "Al momento - precisa il sindacato - non possiamo quantificare il danno che subirebbero i lavoratori, poiché risulta che l’Asia avrebbe intenzione di ridurre anche tutte quelle le indennità che i lavoratori hanno acquisito negli anni. Supponiamo che questi ingiustificabili tagli siano finalizzati al recupero di somme che l’azienda negli anni passati ha sperperato, invece di investire nella sicurezza e nei luoghi di lavoro. Addirittura sono state notificate ai lavoratori delle lettere “accusatorie”, per coloro che si assentano per malattia, minacciando licenziamenti per scarso rendimento, una vergognosa messa in scena che senz’altro sarà denunciata alle autorità preposte".

Per FLAICA UNITI CUB Benevento, "L’organizzazione di lavoro stile mosaico che ha in mente l’azienda a noi non sta bene, perché non ci convince, perché non è quello di cui ha bisogno l’Asia per risollevarsi da un’allegra gestione. Eppure solo pochi mesi fa l’Asia pubblicava un bando di concorso per l’assunzione di circa 50 operatori ecologici, conclusa con l’assunzione di un solo dirigente, adesso invece si inverte la tendenza si cerca di correre ai ripari tentando di recuperare soldi sulla pelle dei lavoratori. Inevitabile l’avvio delle procedure di raffreddamento la proclamazione dello stato di agitazione di tutto il personale dipendente, pronti allo sciopero