Quest’oggi, su convocazione del prefetto Paola Galeone, si è riunito in Prefettura il Consiglio Territoriale per l’Immigrazione, che ha visto la partecipazione dei rappresentanti delle Forze dell’Ordine, del Comune di Benevento, della locale Casa Circondariale, dell’Ufficio Scolastico Provinciale e del CPIA (Centro Provinciale per l'Istruzione degli Adulti) di Benevento, dell’Ispettorato Territoriale del Lavoro di Benevento, dell’UGL, della USB, dell’ACLI-Simposio Immigrati e dell’Anolf. All’incontro sono intervenuti anche i titolari dei Centri di Accoglienza Straordinari per richiedenti protezione internazionale.

“Nel corso della riunione – hanno spiegato dalla Prefettura – è stata richiamata l’attenzione sul D.P.C.M. del 15.12.2017, pubblicato in data 16.1.2018, concernente la programmazione transitoria dei flussi di ingresso per i lavoratori non comunitari per lavoro stagionale, relativi all’anno 2018, ed è stato ribadito che le domande, inoltrabili fino al 31.12.2018, possono essere presentate seguendo le stesse procedure di registrazione da tempo in uso, rinvenibili sul sito internet del Ministero dell'Interno (www.interno.gov.it). Sono stati altresì esaminati gli avvisi pubblici per la presentazione, entro il 21 marzo 2018, attraverso il sito internet del Ministero dell’Interno (https://fami.dlci.interno.it) dei progetti da finanziare a valere sul Fondo Asilo Migrazione e Integrazione 2014 – 2020, relativi ai seguenti obiettivi: percorsi di inclusione in favore di minori stranieri non accompagnati (MSNA) presenti nelle strutture di seconda accoglienza; potenziamento del sistema di 1° e 2° accoglienza – Tutela della salute dei richiedenti e titolari di protezione internazionale in condizione di vulnerabilità; promozione di interventi di inclusione sociale ed economica di cittadini dei Paesi terzi sviluppati in Italia e in altri Stati membri”.

Al termine della riunione il dirigente del CPIA si è impegnato anche a “monitorare le esigenze di ulteriori sedi scolastiche da attivare per i migranti presenti nei centri di accoglienza ed è stata ribadita la necessità di promuovere, d’intesa con tutte le istituzioni presenti, ogni iniziativa idonea a costruire sul territorio un percorso di effettiva integrazione”.