Lincontro di presentazione del programma elettorale di Fratelli d'Italia a Benevento, ha avuto come preambolo una riflessione del responsabile provinciale Federico Paolucci sulla situazione politica attuale, nelle quale è stato analizzato il clima di nuova violenza ed intolleranza che si registra in politica.

I candidati del partito alla Camera, Ida Santanelli e Alberto Febbraro e la candidata al Senato Anna Maria De Vanna, hanno illustrato i punti del programma elettorale, ponendo l'accento, in particolar modo sulle esigenze delle aree interne del Sannio e dell'Irpinia. Due aree considerate omogenee, e con grandi potenzialità, ma con problemi strutturali che vanno affrontati attraverso la sinergia e la collaborazione istituzionale e tra territori, ha sottolineato Paolucci. I settori su cui puntare - ha continuato il portavoce - sono agricoltura, ambiente, lotta alla desertificazione demografica e scolastica. Riequilibrio degli investimenti non solo in rapporto al numero degli abitanti, ma con riferimento anche alla estensione territoriale.

Durante i vari interventi non sono mancate stoccate agli altri partiti. I candidati hanno sottolineato anche le differenze che caratterizzano FdI anche all'interno della coalizione. In particolar modo hanno posto l'accento sulla necessità di recuperare fiducia alla politica: ciò è possibile solo eliminando dai propri programmi proposte e promesse irrealizzabili, come nel programma di Fratelli d'Italia e dimostrando con quali risorse si vogliono attuare le proprie proposte.

Inoltre, è stato sottolineato che FdI è l'unico partito che non è coinvolto in ipotesi di inciucio. A tal proposito è stato sottolineato che proprio domenica 18 febbraio 2018, la Meloni ha convocato tutti i candidati d'Italia di FdI a Roma per sottoscrivere l'impegno "Io non tradisco", con il quale gli stessi si impegnano a non partecipare a governi diversi dalla coalizione con la quale si sono presentati agli elettori.

Nel corso dell'incontro è giunto anche un messaggio di Massimiliano Carullo, capolista alla Camera, impegnato in altra manifestazione, il quale ha condiviso la necessità di una sinergia Sannio – Irpinia nel segno della collaborazione tra i due territori.