Nel 2016 il Governo varava la legge nazionale contro lo spreco alimentare. Oggi sulla stampa nazionale viene riconosciuta la straordinaria portata di una legge che vuole incentivare e semplificare il recupero di cibo per garantire l'assistenza agli indigenti”. Ad affermarlo è il consigliere regionale e Vicepresidente della Commissione Agricoltura della Campania, on.le Erasmo Mortaruolo.

“A due anni di distanza dall'approvazione – prosegue Mortaruolo – si rafforza quella consapevolezza che siamo sulla buona strada e che una parte fondamentale di questo percorso sia la promozione di un'agricoltura sostenibile anche dal punto di vista sociale e la cooperazione tra gli enti, gli imprenditori, le istituzioni, gli agricoltori. La Regione Campania e la Commissione Agricoltura del Consiglio regionale di cui sono vicepresidente è impegnata insieme al Governo nella promozione di modelli di sostenibilità che partono proprio dall'azzeramento degli sprechi ai quali si affiancano azioni volte al contenimento del consumo di suolo; alla promozione e al sostegno dell’agricoltura in ambito urbano, suburbano e didattico; alla protezione della fauna selvatica; alla promozione dell’agricoltura sociale".

"Un grazie doveroso al Governo, al ministro Maurizio Martina e al Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali - conclude Mortaruolo -per il lavoro portato avanti nella lotta ai cambiamenti climatici e per gli investimenti nella sicurezza alimentare e nello sviluppo rurale”.