In questi giorni, tantissimi cittadini (e lo stesso portavoce del M5S, Nicola Sguera) hanno ricevuto un sollecito di pagamento per la TOSAP dell’anno 2012. Questi cittadini, che hanno pagato illo tempore e, per fortuna, conservato traccia del pagamento, ci hanno scritto per chiederci: quali verifiche sono state fatte prima di mandare le cartelle? Quanto è costata all’Amministrazione l’invio di queste solleciti? Le gireremo all’assessore Serluca in forma di interrogazione nei prossimi giorni”.

Così in una nota Marianna Farese e Nicola Sguera consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle intervenuti su un caso di “cartelle pazze”.

“Questa inefficienza della macchina comunale – hanno aggiunto – costa tempo e stress psicologico. Aggiungiamo, dunque, noi una terza domanda: a che punto è la riorganizzazione interna della macchina comunale, collocata alla chiusura del ‘Programma di mandato’ ma ambiziosissima, diremmo ‘strategica’, nelle intenzioni? L’impressione è che ci sia una clamorosa scollatura tra intenti e risultati, per altro testimoniata da ripensamenti discutibili in tale riorganizzazione: abbiamo, infatti, notizia del ritorno alle vecchie mansioni (agli Affari sociali) di un dipendente del Comune rinviato a giudizio nel dicembre 2016 per abuso d’ufficio e falso, dopo che l’Amministrazione lo scorso anno l’aveva (correttamente) spostata in attesa dell’esito della delicata vicenda giudiziaria