Una vera e propria raffica di multe sono state emesse dalla Questura di Benevento durante i controlli per il rispetto dell'ordinanza emessa dal Comune di Benevento che vieta l'esercizio della prostituzione nel capoluogo sannita. A finire nel mirino degli agenti della Polizia di Stato: clienti e prostitute beccati in diverse zone della città, mentre consumavano rapporti sessuali a pagamento.

Nell’ambito di uno dei servizi di osservazione eseguito dalla Squadra Mobile è stata controllata un’autovettura che aveva seguito quella con a bordo cliente e prostituta, mentre si appartavano. Alla guida un giovane dell’est, che, percepita la presenza dei poliziotti, ha cercato di allontanarsi, venendo però subito bloccato.

Accompagnato in ufficio e controllato, l’uomo, con diversi precedenti per rapina, si è giustificato dicendo semplicemente di essere geloso della sua ex che non voleva esercitasse il mestiere di prostituta. Per il particolare modus operandi, è da ritenere che, d’intesa con la donna avesse proprio l’intenzione di rapinare l’anziano cliente.

Il dirigente della Squadra Mobile di Benevento in merito afferma: “Sono sempre più frequenti rapine di questo tipo che avvengono in luoghi appartati e coinvolgono soggetti che, per pudore o per non essere scoperti dalle famiglie, finiscono per subirle senza denunciarle.”