Si sono svolti questa mattina i funerali del 19enne gambiano, travolto e ucciso, lo scorso 12 dicembre dal treno Frecciargento Bari - Roma nel tratto ricadente nel territorio comunale di Dugenta. Il corteo funebre, partito dall’ospedale civile di Benevento ha raggiunto prima la Moschea di Paupisi e dopo il cimitero di Sant'Agata dei Goti dove il giovane extracomunitario è stato tumulato.

Al rito funebre hanno partecipato numerosi richiedenti asilo ospitati presso i centri di accoglienza Damasco. Il Consorzio Maleventum di Sant'Agata dei Goti in una nota ha spiegato: “subito dopo la tragedia, deciso di sostenere tutte le spese per trasportare la salma in Gambia, così come fatto per altri due cittadini africani deceduti durante la permanenza in terra sannita. Poi, d’accordo con la famiglia di origine, residente in Africa – spiegano dal Consorzio – e contattata dall’amministrazione della Maleventum, si è deciso di tumularlo in Italia, nazione in cui aveva deciso di vivere e cercare fortuna. Ieri abbiamo ricevuto la telefonata del Console del Gambia in Italia che ci ha ringraziato per l’interessamento e questo ci ha molto onorato”.