style="display:block"
data-ad-client="ca-pub-1497782058550332"
data-ad-slot="6159182866"
data-ad-format="auto">


 

Cosa può fare ciascuno di noi per tutelare l´ambiente? È la domanda che si sono posti gli studenti dell’Istituto Comprensivo “Giuseppe Moscati” di Benevento a seguito dell’alluvione che lo scorso ottobre devastò pesantemente la loro scuola.

Da qui la realizzazione di un cortometraggio sui cambiamenti climatici per sensibilizzare i loro coetanei, classificatosi tra i migliori progetti del concorso nazionale “Immagini per la Terra”, l’iniziativa di educazione ambientale promossa dall’organizzazione ambientalista Green Cross Italia, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione e con il supporto di Acqua Lete.

Guidati dalla professoressa Mariangela Calicchio, insieme ai colleghi di italiano, matematica e sostegno, i ragazzi delle classi prime, sezioni A, B, C, G e H, della scuola secondaria di primo grado si sono aggiudicati la menzione d’onore della XXIV edizione, quest’anno dedicata proprio al tema dei cambiamenti climatici attraverso il titolo “Tutti pazzi per il clima”.

Un percorso didattico completo quello dell’Istituto “Moscati”, che ha portato le classi a collaborare con il Dipartimento di Scienze e Tecnologie dell’Università del Sannio e ad approfondire l’impatto dei cambiamenti climatici, alternando alla creatività dei disegni e delle storie ispirate alle streghe di Benevento, studi sulla frequenza e sull’intensità degli eventi estremi di natura idrologica e sulla prevenzione dei rischi. Il lavoro degli studenti campani si è distinto tra gli oltre 1.200 che hanno partecipato alla competizione, dando prova della grande creatività e sensibilità delle scuole campane nei confronti delle problematiche ambientali.

«La serietà, l’impegno e la responsabilità civica dei ragazzi coinvolti - dichiara il presidente di Green Cross Italia Elio Pacilio -, rappresenta un importante esempio per tutti i loro coetanei, capace di far riflettere anche gli adulti sulla necessità di reagire positivamente di fronte alle difficoltà e lavorare in prima persona e collettivamente, per salvaguardare le risorse e garantire la massima protezione per le persone e l’ambiente».

[useful_banner_manager banners=2 count=1]

[xyz-ihs snippet="curcuma"]