style="display:block"
data-ad-client="ca-pub-1497782058550332"
data-ad-slot="6159182866"
data-ad-format="auto">



 

“È con il massimo dello sgomento che le organizzazioni sindacali denunciano la defezione della dirigenza dell’Ospedale Fatebenefratelli di Benevento nei confronti di un verbale di accordo firmato neppure un mese fa”.

Questa la denuncia dei rappresentanti sindacali Taddeo Pompeo, Coretti Antonio, Silvano Imbriani, Giovanni De Luca, Antonio Ciero rispettivamente della Cgil Fp Bn, Cisl Fp Bn, Uil Fp Bn.

“Era il 18 aprile – spiegano i sindacati – quando le parti si incontravano per la definizione di un accordo sul piano ferie. Un argomento di vitale importanza per tutti i lavoratori del nosocomio, che da sempre vivono sulle proprie spalle il peso di un sottodimensionamento e un’ atavica carenza di personale (infermieri e O.S.S.) che comporta dei carichi di lavoro estenuanti e molto sfiancanti dal punto di vista dell’ esercizio quotidiano di una professione tanto delicata quanto necessaria alla vita altrui. L’ accordo prevedeva il mantenimento del principio della ciclicità annua per i periodi di ferie dei lavoratori, così da garantire ad essi non solo continuità ma anche certezza nel pianificare i periodi di riposo che non sempre prevedono solo vacanze, ma più spesso il concentrarsi di attività e impegni personali, familiari ed extraprofessionali che il più delle volte si cerca di concentrare nei periodi di ferie, e a maggior ragione se questi periodi sono conoscibili, condivisi nella loro trasparenza e automaticamente fruiti, soprattutto dal momento che ogni lavoratore possiede, allo stato attuale, una media di sessanta giorni di ferie accumulate negli ultimi anni, e non fruite proprio a causa del vuoto di organico”.

“L’ Azienda – concludono Cigl, Cisl e Uil – ha deciso unilateralmente di venire meno a questo importante criterio di pianificazione delle ferie e, conseguentemente, all’ accordo siglato e subito dopo tradito, in dispetto dei lavoratori, costretti ancora una volta a vivere “alla giornata”, a sobbarcarsi gli effetti della mancanza di personale sanitario di cui vi sarebbe urgente bisogno e di cui le OO.SS. hanno sempre sottolineato la necessità senza ottenere risposte, se non una recente assunzione di una figura amministrativa che però non potrà mai sopperire alle carenze di unità di personale infermieristico che, concretamente, tiene in vita i reparti e l’ intera struttura, dove il prossimo mese di agosto sono previsti, tra l’ altro, lavori di adeguamento che prevedono ulteriori sforzi. Per tali ragioni agiremo a tutela dei lavoratori, ricorrendo ad ogni mezzo disponibile per ottenere il ripristino delle regole concertate”

[useful_banner_manager banners=3 count=1]

[xyz-ihs snippet="curcuma"]