style="display:block"
data-ad-client="ca-pub-1497782058550332"
data-ad-slot="6159182866"
data-ad-format="auto">


Gianfrancesco Cataldo, 19enne di San Giorgio del Sannio è entrato ieri a far parte del talent di Rai2 The Voice of Italy. Il giovane sannita ha partecipato all’ultima blind audition ed è stato scelto dal rapper milanese Emis Killa.

Nelle scorse settimane la stessa sorte era toccata Francis Alina Ascione la 23enne di origini beneventane, da parte del padre Lino, anch’essa nel #teamKilla. Gianfrancesco, voce sorprendente e prova perfetta ha convinto e per lui si sono aperte le porte di questa nuova esperienza.

Ha ringraziato il padre, Gianfrancesco e lo ha fatto perché è a lui dice nella presentazione, che “devo il dono di aver imparato a suonare la chitarra, la sua tecnica era quella di insegnarmi un accordo a settimana. E forse dopo un mese sono riuscito a fare un giro di Do. Voglio dimostrargli – ha continuato – che la felicità esiste, si può trovarla, bisogna solo un po’ scavare. Tutto si può fare, bisogna solo crederci fino in fondo”. Ma il suo modello di artista è Rino Gaetano.

Gianfrancesco salito sul palco per la sua esibizione ha proposto uno di quei brani che entrano di diritto tra i più ascoltati e conosciuti: “Wild World” di Cat Stevens. Gianfrancesco è entrato anche nei 16 finalisti della XXVII edizione di Musicultura con il brano “Marta” con la quale ha vinto anche la targa “Un Certain Regard” ed il “Premio del pubblico”. Nel frattempo il mondo dei social si è già mobilitato per supportare il giovane talento e sono tanti i post ed i commenti scritti sia sulla pagina Facebook del talent che di Gianfrancesco.

[useful_banner_manager banners=3 count=1]