style="display:block"
data-ad-client="ca-pub-1497782058550332"
data-ad-slot="6159182866"
data-ad-format="auto">


La Cia di Benevento lavorerà per invitare gli agricoltori a partecipare al referendum del 17 aprile contro le trivellazioni in mare e votare si per abrogare la norma, introdotta con l’ultima legge di Stabilità, che permette alle attuali concessioni di estrazione e di ricerca di petrolio e gas entro le 12 miglia dalla costa di non avere più scadenze”.

Questo l’annuncio del presidente sannita della Confederazione Italiana Agricoltori, Raffaele Amore, che si schiera dunque a favore del votare si il 17 aprile prossimo al referendum sulle trivellazioni che è stato proposto dai Consigli regionali di nove Regioni: Basilicata, Calabria, Campania, Liguria, Marche, Molise, Puglia, Sardegna e Veneto.

“È nato un coordinamento nazionale a cui abbiamo aderito - spiega ancora Amore - per sostenere la campagna referendaria a favore del si all’abrogazione e ribadire l’esigenza di una politica energetica sempre più orientata alle energie sostenibili. Negli ultimi anni – conclude – abbiamo investito in processi innovativi, nei vari settori, per rendere i nostri territori competitivi - tornare alle fonti fossili, vorrebbe dire non essere coerenti con le politiche portate avanti sino ad ora: di riduzione dell’inquinamento e di attenzione ai cambiamenti climatici

[useful_banner_manager banners=3 count=1]