style="display:block"
data-ad-client="ca-pub-1497782058550332"
data-ad-slot="6159182866"
data-ad-format="auto">



Dopo la sottoscrizione del protocollo di intesa con i Comuni dell’Irpinia e del Sannio, il confronto si sposta nel Comune sannita dove si discuterà il 18 marzo di questo strumento di governance dei processi di sviluppo locale, alla presenza di sindaci, amministratori locali e rappresentanti delle associazioni.

Sul tavolo la messa in sicurezza, la riqualificazione ambientale e l’uso produttivo del territorio attraversato dal fiume Sabato. L’obiettivo è coinvolgere tutti gli attori interessati (pubblici e privati) nella gestione e nell’utilizzo della risorsa acqua e delle potenzialità del territorio dell’intero bacino che abbraccia le province di Avellino e Benevento.

Il processo di costruzione del Contratto di Fiume, partito dal confronto tra tutti i portatori d’interesse del territorio attraverso l’innovativo strumento dei forum, ha come obiettivo l’attivazione di interventi di riqualificazione ambientale attraverso un sistema di regole caratterizzato da una serie di criteri: utilità pubblica, sostenibilità ambientale, valore sociale e rendimento economico.

L’intervento è attivato nell’ambito del PSL “Terre e Sentieri del Partenio” – Asse IV Leader del PSR Campania 2007/2013 e trova nella nuova programmazione un’occasione strategica che avrà ricadute sul territorio non solo in termini ambientali ma anche di sviluppo e crescita territoriale.

[useful_banner_manager banners=2 count=1]