style="display:block"
data-ad-client="ca-pub-1497782058550332"
data-ad-slot="6159182866"
data-ad-format="auto">


Claudio Ricci, presidente della Provincia di Benevento ha espresso al rettore dell’Unisannio, Filippo de Rossi, il più vivo compiacimento suo personale e dell'Amministrazione tutta per il fatto che siano stati progettati nel Sannio alcune componenti con i quali il Ligo (Laser Interferometer Gravitational-Wave Observatory”) ha captato le onde gravitazionali, quelle increspature dello spazio-tempo intuite dal genio di Albert Einstein, che mai però fu in condizioni di poterle provare sperimentalmente.

Ricci ha quindi pregato il rettore di voler rappresentare al docente Innocenzo Pinto e a tutti i suoi Collaboratori le congratulazioni più sentite della Provincia di Benevento.

“Oggi più che mai – ha scritto Ricci a De Rossi – mi sento orgoglioso di essere sannita e di poter vivere e lavorare accanto all'Ateneo sannita che già tante benemerenze si è conquistato nel corso della sua peraltro giovane vita e che oggi entra di diritto nella storia della scienza per quella vera e propria svolta epocale della scoperta delle onde gravitazionali”.

Il presidente della Provincia, nel suo messaggio al rettore, ha poi aggiunto. “La classe dirigente, gli studenti, la cittadinanza tutta che, per decenni nella seconda metà del secolo scorso, si sono battuti per la istituzione dell'Ateneo sannita avevano visto giusto: lo sviluppo e la crescita di un territorio, in particolare quello delle aree interne campane, è legato alla ricerca scientifica, alla innovazione alla cultura. L'Ateneo sannita sta facendo moltissimo per il Sannio anche perché, da sempre, immette linfa vitale nel suo circuito produttivo, economico, sociale sannita. Peraltro, l'Università contribuisce a frenare quell'esodo dei cervelli che costituisce, nel più generale contesto della desertificazione, il dato più drammatico e preoccupante.

La Provincia di Benevento – ha concluso Ricci – com'é scritto nella sua tradizione, sarà sempre vicina all'Università degli Studi del Sannio, la quale peraltro saprà conquistare ancora maggiori e più insigni traguardi nella ricerca scientifica

[useful_banner_manager banners=3 count=1]