style="display:block"
data-ad-client="ca-pub-1497782058550332"
data-ad-slot="6159182866"
data-ad-format="auto">


Dopo la dichiarazione di esubero, subito è stata fatta istanza alla Regione Campania per un tavolo per la gestione di tale esubero e circa l'applicazione della legge 410 del 99 art. 5 comma 6. Tale legge prevede che i lavoratori eccedenti l'organico dei Consorzi agrari devono essere ricollocati. La regione in risposta a tale richiesta di incontro, ha risposto che non è sua competenza tale problematica e che tale richiesta deve essere inviata al Ministero delle Politiche Agricole di concerto con il Ministero del Lavoro”.

Così la Flai Cgil di Benevento che appare in ansia per quanto riguarda il futuro dei lavoratori in esubero del Consorzio Agrario Provinciale di Benevento. “Solo per una questione di verità – continua l’organizzazione sindacale di categoria - facciamo presente che diverse Regioni, tra cui la Calabria, la Sardegna ed anche la Campania negli anni scorsi hanno avviato processi virtuosi ed i lavoratori in eccedenza dei Consorzi Agrari sono stati ricollocati ai sensi della L. 410/99. La lotta dei lavoratori del Consorzio Agrario di Benevento comunque continua ed è già stata inoltrata richiesta di incontro al Ministero di competenza, al quale chiederemo risposte a tale problematica. Resta il disappunto e l’amarezza per l'atteggiamento della Regione Campania che in qualche modo, oltre ad una sterile vicinanza nella problematica occupazionale dei lavoratori, manifestata da qualche esponente, se ne' è, di fatto, lavata le mani

[useful_banner_manager banners=3 count=1]