style="display:block"
data-ad-client="ca-pub-1497782058550332"
data-ad-slot="6159182866"
data-ad-format="auto">


Il ritorno oggi di San Pio nella sua città natale, Pietrelcina, a distanza di cento anni dalla sua partenza per entrare nella comunità religiosa dei frati cappuccini, segna una giornata storica per tutta la comunità sannita e anche per l'intera Campania.” Così il consigliere regionale Erasmo Mortaruolo commenta l'arrivo questo pomeriggio delle reliquie del Santo nel Sannio.

“L'arrivo delle spoglie di Padre Pio a Piana Romana, nel luogo dove ricevette le prime stigmate - continua - ha segnato un momento di grande emozione collettiva. Del resto Padre Pio è il Santo più amato e più venerato. Il Santo di tutti, come molti amano definirlo. Nei giorni in cui la teca con le spoglie del nostro Padre Pio sono state a Roma, l'affluenza di pellegrini è stata impressionante, a testimonianza dell’attaccamento dei fedeli verso “l’Uomo della Misericordia”, come lo ha definito Papa Francesco, che non smetteremo mai di ringraziare per il dono di questa storica traslazione voluta per il Giubileo della Misericordia.

Proprio per accogliere i numerosi fedeli, che da tutta Italia verranno nella nostra terra a pregare e rendere omaggio alle reliquie di Padre Pio, già dalle scorse settimane il Sannio si è preparato a questo importante e storico appuntamento. Colgo l'occasione per ringraziare tutti coloro che stanno dando il loro contributo al buon funzionamento della macchina organizzativa, ed in particolare alle forze dell'ordine per le misure straordinarie ed il piano di sicurezza approntato per garantire ai pellegrini la giusta tranquillità sia a Pietrelcina sia nella città di Benevento, dove nella giornata di domenica saranno traslate le spoglie mortali di San Pio.

[useful_banner_manager banners=2 count=1]