style="display:block"
data-ad-client="ca-pub-1497782058550332"
data-ad-slot="6159182866"
data-ad-format="auto">


Non c’è più Alberto Simeone, avvocato e parlamentare sannita, 73 anni originario di Castelpoto. Il politico si è spento a Latina nel Lazio, dove era ricoverato a seguito di una caduta che gli aveva provocato una frattura. Eletto consigliere comunale nel 1985 per l’MSI, il Movimento Sociale Italiano nel 1994 venne poi eletto alla Camera dei Deputati tra le fila di Alleanza Nazionale in quella che fu la XII Legislatura e venne riconfermato tra gli scranni di Palazzo Montecitorio durante la XIII Legislatura ma questa volta con il Polo per le Libertà.

Durante l’esperienza parlamentare fece parte della II Commissione Permanente Giustizia. Finì poi nel mirino delle critiche quando fu il primo firmatario della legge – Legge Simenone/Saraceni – che facilitò l’accesso alle pene alternative nel caso in cui la condanna era inferiore ai tre anni. Le critiche subite, fecero meditare nell’avvocato che poi nel 2001 lasciò AN ed entrò nel Gruppo Misto accettando inoltre la candidatura a Palazzo Madama sotto il vessillo di Democrazia Europea ma senza riuscire però ad approdare in Senato.

Da più parti giungono oggi messaggi di cordoglio. “È con forte tristezza che apprendo la notizia relativa all'improvvisa scomparsa dell'amico Alberto Simeone. Di lui – dice Nunzia De Girolamo - conserverò un prezioso ricordo: uomo gentile, avvocato di caratura nazionale, politico e quindi legislatore eccellente, tanto da lasciare il segno attraverso il suo impegno in Parlamento. Alla famiglia giunga il mio sentito cordoglio”.

Anche Carmine Ruggiero, già sub commissario dell’Istituto autonomo case popolari, ha voluto esprime il suo cordoglio per la morte improvvisa dell’onorevole avvocato Alberto Simeone.

“Piango la scomparsa di un amico fraterno – dice - un uomo che si è sempre distinto per la sua signorilità sia nell’attività professionale che nel suo impegno politico”, afferma Ruggiero. “Alberto Simeone era un principe del foro protagonista dei processi più importanti degli ultimi anni. Ciononostante è sempre stato così generoso da essere definito l’avvocato dei poveri. In molti lo ricorderanno per il contributo significativo dato al Paese con la legge sulle pene alternative che porta il suo nome. Chi ha avuto la fortuna di conoscerlo e frequentarlo lo ricorderà perché era un uomo buono e sincero; qualità, purtroppo, oggi sempre più rare”.

Ai messaggi di cordoglio, si aggiunge anche quello di Fernando Errico, coordinatore provinciale di Forza Italia. “A nome mio personale e del partito, esprimo particolare rammarico per la perdita dell'on. Alberto Simeone, illustre personalità del Sannio. Il suo straordinario impegno forense e parlamentare resterà in maniera indelebile nella storia della nostra provincia. Alla moglie Alma, ai figli Marialaura, Massimiliano e Licia, formulo le più sentite condoglianze

[useful_banner_manager banners=1 count=1]