“Le Camere di Commercio hanno svolto un ruolo fondamentale per le imprese, soprattutto piccole – ha detto – accompagnandole nei processi di sviluppo, di aggregazione, internazionalizzazione e di accesso al credito. Sono state poi particolarmente utili per affrontare una crisi economica che ha colpito proprio il tessuto della piccola e media impresa. La riforma del Governo dovrebbe mirare a conservare intatte queste funzioni e a rendere più efficienti gli Enti camerali”.

Questo il commento a margine del convegno di stamani, dal titolo “Accorpamento Avellino-Benevento, disastro oppure opportunità?" sul tema della fusione delle Camere di Commercio di Benevento ed Avellino, di Annarita De Blasio responsabile Imprese di Cna Benevento.

“L’accorpamento della Camera di Commercio di Benevento con quella di Avellino è ormai un fatto – ha proseguito – e davanti ai fatti si reagisce prendendone atto e cercando di governarne effetti e ricadute. Anzitutto, anche in questa fase di transizione, occorre salvaguardare la continuità delle azioni di sviluppo locale e valorizzare l’utilità della Camera di Commercio alle imprese e alle economie territoriali. Le Associazioni di categoria hanno la responsabilità di rafforzare il ruolo delle imprese nel tessuto produttivo.

Occorre pertanto, in questo momento – ha concluso – una governance quanto più condivisa possibile. Le Associazioni presenti negli organismi camerali (Giunta e Consiglio) non possono restare ai margini di un processo di unificazione che porterà inevitabilmente cambiamenti anche nella trama dello sviluppo locale. Mi auguro che si apra presto un confronto serio e serrato tra le Associazioni rappresentative della Camera di Commercio e, in un secondo momento, con quelle dell’Ente Camerale di Avellino”.