In occasione delle Giornate europee del patrimonio sabato 20 settembre sarà presentata la prima iniziativa programmata dall’Archivio di Stato per il centenario della prima guerra mondiale. La mostra ‘I caduti sanniti nella Grande Guerra’ utilizza ed espone la documentazione militare relativa ai giovani, circa 4mila, che persero la vita tra il 1915 e il 1920 a causa delle vicende belliche. Oltre ai documenti sono presentati alcuni grafici che propongono, a un possibile approfondimento, tracce particolari quali “i numeri”, “le date”, “i luoghi”, “i reggimenti”, “le cause di morte”, i paesi di origine. Chi erano quei giovani? Da quali contesti sociali ed economici provenivano? Quale era il loro livello di alfabetizzazione? Cosa ha significato per il nostro territorio la loro perdita? Quest’Archivio nell’ultimo anno ha dedicato attenzione allo studio e alla realizzazione di strumenti di ricerca specifici per la documentazione militare del primo Novecento. Dall’11 giugno è consultabile online all’indirizzo www.archiviodistatobenevento.beniculturali.it la banca dati dei “Caduti della I guerra mondiale della provincia di Benevento”, con la possibilità di visualizzare le riproduzioni digitali dei ruoli matricolari. L’obiettivo è quello di rendere disponibile al massimo la documentazione, perché quelle domande possano trovare una risposta almeno parziale, restituendo un volto e una storia a quei 4mila giovani. Le celebrazioni, anche questa del centenario della prima guerra mondiale, offrono agli archivi la possibilità di far conoscere e rendere fruibile documentazione inedita o scarsamente studiata, per consentire approfondimenti e nuove letture di temi, problemi ed eventi, coinvolgendo altri soggetti interessati a ricostruzioni filologicamente fondate della storia dell’identità del territorio, costruita sulle fonti. La mostra, allestita nelle sale espositive dell’Archivio di Stato di Benevento, resterà aperta fino al 30 settembre 2015 e potrà essere visitata dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18, il sabato dalle 9 alle 13. Le visite guidate vanno prenotate inviando una e-mail di richiesta a as-bn@beniculturali.it.