L’avvicinarsi delle festività in onore di San Leucio Vescovo, a San Leucio del Sannio, sembra destare qualche perplessità in più di una persona. E’ perciò necessario un chiarimento”. Questo il commento in una nota congiunta del Parroco Don Gaetano Papa Kilumba e del sindaco Nascenzio Iannace. “Per motivi interni alla Parrocchia di San Leucio Vescovo e alla sua vita pastorale, il parroco protempore e i suoi collaboratori hanno deciso di dedicarsi unicamente alla dimensione religiosa della memoria estiva del suo Santo Patrono, nel rispetto delle disposizioni della Chiesa Universale e le normative diocesane in materia delle feste religiose e devozioni popolari. Le impostazioni e le scelte relative alle manifestazioni civili (la questua nel paese, gli spettacoli musicali e ricreativi, l’illuminazione e i giochi pirotecnici, etc) sono state compiute autonomamente dall’attuale amministrazione comunale assieme ad alcune associazioni locali. Le due organizzazioni sono distinte e separate, con attività e responsabilità diverse” – hanno commentato parroco e sindaco.