Si infiamma il dibattito sull'elezione del nuovo presidente provinciale nel Sannio. Ad intervenire, con una nota stampa, l'ex consigliere provinciale Spartico Capocefalo: "La nuova formulazione della provincia, di cui alla legge Delrio, e che vede agitarsi comparse e burattini - ha scritto Capocefalo - mi dà l'opportunità di riflettere pubblicamente sulla legge voluta da tutti i partiti e che mi ha visto dissenziente; tanto è vero di essere stato l'unico consigliere provinciale a rassegnare le dimissioni in segno di protesta. Il presidente della Provincia, oggi secondo la nuova legge, deve essere un sindaco ed allora invece di agitarsi nell'individuare questo o quello quale occasione migliore se non di proporre le primarie? Ci lamentiamo della mancanza di democrazia e quando si presenta l'occasione d'incanto ogni intendo democratico viene meno? Cari sindaci se avete delle proposte valide proponetevi. In questo mese di agosto fate appositi convegni di talché ognuno possa conoscere l'impegno ed il programma. Stesso discorso può valere per gli aspiranti consiglieri."