La Provincia di Benevento è intervenuta per il tratto di strada in frana nel territorio di Arpaise. Pronto il progetto tecnico di risanamento, è stato richiesto il finanziamento alla Regione. Lo ha reso noto il Commissario straordinario della Provincia di Benevento Aniello Cimitile che ha approvato in linea tecnica, con un atto deliberativo, lo studio di fattibilità dell'importo complessivo di 3milioni di euro per opere di ripristino della viabilità in località Covini di Arpaise sulla Strada provinciale n. 1 Ciardelli. La frana in località Covini si è verificata nel dicembre 2010 a seguito di una ‘bomba d'acqua’ a seguito di intense precipitazioni che colpirono l'intero territorio sannita. Le conseguenze furono gravi in particolare ad Arpaise. Infatti fu trascinato a valle un ampio tratto della strada provinciale Ciardelli, circa 50 metri d'asfalto furono cancellati e di conseguenza fu chiusa al traffico l'arteria. Il disastro causò ingenti danni a terreni e fabbricati privati che insistevano nella zona e fu necessaria l'evacuazione di una famiglia e la chiusura di un albergo. Nei giorni successivi all'evento, Provincia e Comune di Arpaise, a seguito della convocazione di un Tavolo tecnico in Prefettura, avviarono alcuni interventi per stabilizzare il versante in frana, così da favorire un più regolare deflussodelle acque superficiali. La Provincia ha anche promosso un programma di sondaggi geognostici e prove di laboratorio finalizzate all’esatta conoscenza delle caratteristiche fisico-meccaniche dei terreni sottostanti il tracciato stradale e di ogni altro elemento necessario per consentire un’idonea progettazione degli interventi mirati al risanamento del dissesto e al ripristino delle condizioni di transitabilità lungo la Ciardelli. E' stata quindi indetta una gara d'appalto per la redazione di uno studio di fattibilità che ora è stato approvato con delibera del Commissario ed il cui importo per i lavori è pari a 2,42milioni di euro, mentre per l'Iva per le spese connesse e conseguenti l'importo assomma a 957,536mila euro. Contestualmente il Commissario straordinario Cimitile ha inviato una nota al Presidente della Regione nella quale si chiede l'attivazione di ogni iniziativa finalizzata ad un finanziamento straordinario dell'intervento oggetto dello studio di fattibilità. In particolare, Cimitile ha sottolineato l'urgenza di un adeguato intervento di risanamento del movimento franoso e di ripristino delle normali condizioni di transitabilità e di sicurezza per il traffico veicolare a cui la Provincia, in considerazione delle esigue disponibilità finanziarie del proprio Bilancio, non può allo stato in alcun modo fare fronte.