La Fp Cgil-Bn, attraverso il Coordinatore provinciale Sanità Privata Pompeo Taddeo, ha reso noto che ieri è stato siglato l’accordo stato regione sul riparto del fondo sanitario nazionale 2014. Sono state reperite risorse per 107,185 miliardi da suddividere tra le varie Regioni. Alla Regione Campania sono stati assegnati 10,128 milioni di euro. “Con questo incremento siamo fiduciosi che i conti della sanità Campana possano ritornare in equilibrio, in modo da invertire la tendenza degli ultimi anni ad alzare le tasse regionali e ai continui aumenti dei ticket sui i farmaci e sulle prestazioni sanitarie. Inoltre, auspichiamo anche lo sblocco della vertenza dei lavoratori della sanità privata accreditata Regionale, in quanto numerosi lavoratori che prestano servizio nelle strutture sanitarie accreditate, rivendicano da tempo l’una tantum e gli arretrati contrattuali 2006 – 2007. Ci auguriamo che con tali risorse ci possa essere anche lo sblocco del turnover, poiché è diventato insostenibile lavorare in Aziende Sanitarie Private con organico ridotto ed inoltre con lo sblocco si potrebbero garantire prestazioni sanitarie di livello maggiore. Infine, è utile evidenziare che con le risorse stanziate dal Governo alla Regione Campania, sarà possibile assegnare a favore della sanità privata e riabilitazione maggiori risorse” – ha concluso Pompeo Taddeo.