Ancora una volta l’antico Santuario di S. Eligio di Biancano, frazione di Limatola, è stato al centro di un evento storico, perché è stata offerta a Papa Francesco durante la sua recente visita a Caserta. Don Biagio Saiano, dopo essersi informato presso la Gendarmeria Vaticana circa i requisiti che avrebbe dovuto avere una sedia da utilizzare per la celebrazione della Messa, in occasione del pellegrinaggio di Papa Francesco a Caserta il 26 luglio scorso, ha messo a disposizione la sede di S. Eligio. La cattedra di legno marrone non pregiato, è piaciuta al Papa per la sua semplicità, per la sua graziosa forma e le sue fatture prive di orpelli e ornamenti, in linea con lo stile di pontificato da lui inaugurato. La cattedra ora ha ripreso il suo posto nel tempio di S. Eligio di Biancano, dietro l’altare, dove nell’abside si può ammirate l’affresco del trittico di autore ignoto, che rappresenta “miracolo!” a destra S. Francesco, al centro S. Eligio e a sinistra Santa Caterina.