“È con soddisfazione che annuncio che il 31 luglio scorso, il Consiglio Regionale della Campania ha approvato all’unanimità la proposta di legge “Disciplina dei percorsi della ceramica in Campania”. L’obiettivo di questa legge – ha sottolineato Lucio Rubano Vice PresidenteAiCC - è quello di favorire lo sviluppo turistico dei territori campani interessati dalla produzione della ceramica artistica e tradizionale, attraverso la predisposizione di itinerari che favoriscano la conoscenza dei territori di riferimento”. Approfittando delle città coinvolte dalla produzione di ceramiche artistiche e tradizionali, lo scopo è di favorire lo sviluppo o il rilancio turistico dei territori di appartenenza, attraverso la predisposizione di itinerari, di percorsi predisposti ad hoc, che accompagnino il visitatore alla scoperta delle bellezze storiche, culturali e paesaggistiche campane. “L’idea che sta alla base di questa proposta di legge è quella di dare una spinta propulsiva all’intero comparto ceramico ma, elemento importante dell’impianto della legge è il riconoscimento che esso è punto di riferimento dell’artigianato campano ed elemento significativo per la ripresa economica. Le peculiarità della ceramica nella nostra Regione consentono di valorizzare numerose aree della Campania: dalle città marinare a quelle dell’entroterra, da Napoli a Salerno, a Cava de’ Tirreni e Vietri sul Mare, Ariano Irpino fino ad arrivare a Cerreto e San Lorenzello, nella terra sannita. La legge prevede – ha continuato Rubano - che i soggetti attuatori sono individuati nei Comuni, che promuovono i percorsi della ceramica, riconosciutied autorizzati con delibera di Giunta Regionale. La stessa, inoltre, prevede la possibilità di accedere a contributi finanziari per la realizzazione dei percorsi della ceramica di qualità, per la realizzazione e la manutenzione della segnaletica dei percorsi e la diffusione di materiale informativo e promozionale.Il turismo locale, quindi, certamente beneficerà di questa legge, che da l’importante opportunità, come dicevo poc’anzi, di creare percorsi culturaliintesi in senso lato, intorno ai siti più significativi della ceramica campana. Penso, in particolare, al nostro territorio che, attraverso la tradizione della ceramica artistica di Cerreto e San Lorenzello, potrà servirsi di un’ulteriore strumento per la conoscenza e la promozione delle sue bellezze artistiche, culturali, paesaggistiche ed architettoniche. L’approvazione di questa legge – ha continuato Lucio Rubano - si deve a quanti hanno lavorato affinché si concretizzasse l’idea che le realtà ceramiche presenti sul suolo campano potessero diventare il fulcro di percorsi culturali di più ampio respiro. Ringrazio quindi per l’impegno profuso il relatore Giovanni Baldi, presidente della III Commissione Consiliare permanente e primo firmatario della legge in oggetto e l’Assessore alle Attività Produttive Fulvio Martusciello. A loro chiedo di riprendere in considerazione la proposta da me fatta con un emendamento durante l’audizione in III commissione il 25 marzo scorso, non approvato per motivi di bilancio, di predisporre un finanziamento per la realizzazione di un evento a carattere regionale con la partecipazione di tutti i percorsi della ceramica riconosciuti, organizzato annualmente a rotazione da ciascuno dei percorsi, per meglio promuovere e valorizzare l’artigianato e la cultura della ceramica. Esprimo un ringraziamento a Marco Senatore, ex assessore al Turismo del Comune di Cava de’ Tirreni che ha avuto un ruolo importante fin dalla fase embrionale del progetto e con il quale ho avuto il piacere di collaborare e con il quale mi auguro di poter collaborare anche in futuro. Ringrazio, infine, il sindaco Pasquale Santagata e tutta l’Amministrazione Comunale di Cerreto Sannita che, delegandomi a rappresentare Cerreto presso l’AiCC, mi ha dato l’opportunità di poter contribuire nel mio piccolo, a dare nuove possibilità di sviluppo a Cerreto e San Lorenzello, e ai territori limitrofi” – ha concluso Rubano.