L’identitario connubio tra territorio e saperi autentici ed il mélange profondo con i veri sapori locali costituiscono l’impulso che ha spinto il paesaggio vitivinicolo del Sannio verso la candidatura a patrimonio dell’Unesco. La giornata di studi in programma domani, sabato 26 luglio, sul Castello medioevale di Guardia Sanframondi, sarà l’occasione per affrontare la tematica “Il paesaggio vitivinicolo del Sannio – Il paesaggio del Calore vinicolo Patrimonio culturale dell’umanità”. L’incontro, articolato in due sessioni, vedrà la presenza di un parterre che abbraccia i settori antropologico, letterario, architettonico ed eno-culturale. Al termine della giornata, ci sarà l’inaugurazione della mostra “Interazioni Illusorie”, a cura di Ferdinando Creta con Paola Viola, che nasce da un’idea di Thomas Neale e che sarà visibile sul Castello dei Sanframondo dal 26 luglio al 31 agosto 2014. La serata nel Comune sannita si concluderà con “Nuvole in concerto”, tributo a Fabrizio De André.