Una casella di posta elettronica dedicata alle imprese e riservata a segnalare ogni tipo di problema autorizzativo. Entra nel pieno della sua operatività l’attività del Tavolo inter-istituzionale permanente per il Lavoro e la Semplificazione Amministrativa - istituito a Benevento tra Prefetto, Confindustria e sindacati - che è giunto stamane al suo terzo appuntamento. “Per essere credibili - ha dichiarato Biagio Mataluni, Presidente di Confindustria Benevento - dobbiamo essere operativi. Entro una settimana, ciascun ente autorizzatorio coinvolto dovrà individuare un referente tecnico che avrà il compito di indicare l’attività maggiormente critica, afferente le procedure di propria competenza”. Obiettivo del gruppo, che fa leva sulla collaborazione inter-istituzionale, è quello di generare una buona pratica che possa accelerare, nel rispetto delle norme amministrative e di sicurezza, i tempi per il rilascio delle autorizzazioni e semplificare gli adempimenti. Inoltre, si mira a promuovere procedure agevolate per le imprese, che possano sfruttare le opportunità già consentite dalla normativa vigente (ad esempio, conferenze di servizi asincrone e telematiche). “Attraverso un sistema autorizzativo snello e veloce - ha proseguito Mataluni - intendiamo rendere il territorio più competitivo per gli investimenti, dando vita ad un modello ‘Benevento’. Credo che questo sia lo spirito giusto per recuperare credibilità nei confronti dei cittadini e delle imprese. Confindustria Benevento svolgerà un ruolo di coordinamento operativo, al fianco della Prefettura, ed offrirà un servizio di controllo preventivo delle pratiche presentate, affinché queste pervengano complete di ogni documentazione”. Le imprese che hanno la necessità di segnalare difficoltà autorizzative, infatti, potranno scrivere all’indirizzo e-mail confindustria@confindustria.benevento.it. All’incontro sono intervenuti, oltre al Prefetto di Benevento, ai sindacati e a Confindustria Benevento, vari Enti autorizza tori come Provincia, Genio Civile, Anas, Enel, Vigili del Fuoco, Asl, Arpac, Formez, Regione Campania, Autorità di Bacino Liri-Gorigliano e Volturno, Direzione regionale del Ministero dei Beni Ambientali e Culturali.