Nuova operazione antiprostituzione compiuta dai. L’operazione ha avuto inizio da una richiesta indirizzata ai Carabinieri di Benevento con la quale un gruppo di abitanti di via Avellino, in contrada Borgonero, esasperati dal continuo movimento di persone a tutte le ore, hanno segnalato la presenza di una alcova clandestina all’interno di un fabbricato dove due sudamericane effettuavano prestazioni sessuali a pagamento. I cittadini hanno richiesto l’intervento dell’Arma per porre fine ad una situazione di disagio ed imbarazzo avvertita dalle famiglie residenti in quel luogo. Nella tarda serata di ieri, infatti, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Benevento, sulla base delle indicazioni fornite, si sono recati sul posto indicato dove hanno riscontrato la presenza delle donne. I militari si sono finti clienti e dopo avere concordato un appuntamento per telefono sono saliti verso l’appartamento dove hanno trovato due avvenenti colombiane, vestite con lingerie rossa, che non hanno lasciato alcun dubbio sulla professione esercitata. Inoltre, sono state rinvenute nelle varie stanze dell’appartamento anche oggetti di natura erotica. Accompagnate successivamente in Caserma, i Carabinieri hanno dato luogo ai conseguenti accertamenti per stabilire l’identità e la provenienza delle donne, due colombiane di 46 e 50 anni, munite di regolari documenti di riconoscimento, che si erano create una buona clientela anche grazie ad alcuni annunci pubblicati su siti internet specializzati in incontri erotici. E’ stato anche accertato che le “tariffe” chieste dalle lucciole variavano da un minimo di 50 ad un massimo di 150 euro. I Carabinieri hanno avviato le procedure per l’irrogazione del foglio di via obbligatorio.