Sventolerà d’ora in poi anche la bandierina del Sannio Alifano all’interno dell’assemblea dell’Associazione nazionale delle bonifiche, delle irrigazioni e dei miglioramenti fondiari. Il Presidente del Consorzio di Bonifica, Pietro Andrea Cappella, è stato eletto in seno al Consiglio nazionale dell’Anbi, il sodalizio che rappresenta e tutela gli interessi degli Enti consortili in agricoltura operanti in tutta Italia. L’importante riconoscimento per Cappella è arrivato a margine della conferenza nazionale acque irrigue “Per la crescita ed il lavoro” svoltasi a metà settimana all’Hotel Parco dei Principi di Roma ed organizzata dall’Anbi in previsione dell’Expò 2015 in programma il prossimo anno a Milano. Proposto dalla Coldiretti nazionale, d’intesa con le confederazioni campane e casertane, Cappella è stato votato tra i componenti elettivi dell’assemblea nazionale da tutti i presidenti dei Consorzi di Bonifica operanti dal Nord al Sud, passando per il Centro, ed è la prima volta che l’Ente del Sannio Alifano e l’intera provincia di Caserta esprimono un proprio rappresentante tra i banchi del parlamentino dell’Anbi. Presenti i ministri alle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali Maurizio Martina, all’Ambiente, Tutela del Territorio e del Mare Gianluca Galletti, agli Affari Regionali e Autonomie Maria Carmela Lanzetta, dei sottosegretari di Stato all’Economia e Finanze Giovanni Legnini e all’Agricoltura Giuseppe Castiglione, dell’europarlamentare Paolo De Castro, dei presidenti nazionali di Coldiretti Roberto Moncalvo e di Confagricoltura Mario Guidi, Cappella e gli altri 14 consiglieri sono stati proclamati eletti all’unanimità dal presidente nazionale dell’Anbi Massimo Gargano e dal direttore generale Anna Maria Martuccelli e già convocati, unitamente ai presidenti delle unioni regionali che sono componenti di diritto, per l’insediamento alla prima seduta del rinnovato consiglio in programma per lunedì 28 luglio nella Capitale, allorchè si procederà anche alla nomina dei nuovi vertici dell’associazione italiana delle bonifiche, delle irrigazioni e dei miglioramenti fondiari. Un’elezione questa del vertice del Consorzio di Bonifica del Sannio Alifano che va ancora una volta a ribadire il ruolo fondamentale dell’omonimo bacino consortile nell’ambito dell’agricoltura di Terra di Lavoro e dell’intera Campania, e nel contempo a rafforzare il ruolo sin qui svolto da Cappella e dall’amministrazione consortile nella virtuosa gestione dell’Ente e del territorio di riferimento che ha saputo mettere i consorziati ed i servizi loro offerti al centro dell’attività quotidiana.

“La mia elezione a consigliere dell’Anbi – dichiara il Presidente del Sannio Alifano - è un riconoscimento al nostro Consorzio di Bonifica, al percorso intrapreso dalla Deputazione Amministrazione che mi onoro di guidare e dell’intero Consiglio dei Delegati; un cammino fatto di sacrifici e di duro lavoro, anche con il supporto della struttura interna, che si è andato via via consolidando nell’ultimo triennio, grazie al sostegno forte e al confronto continuo con la Coldiretti, con aspetti positivi che hanno migliorato tanto le condizioni dell’Ente quanto i servizi resi all’utenza, fino ad essere riconosciuto il nostro Consorzio a livello nazionale come un modello da seguire. Il mio grazie va ai vertici nazionali, regionali e provinciali di Caserta e Benevento della Coltivatori Diretti, assicurando sin da ora il massimo dell’impegno per una sempre più incisiva azione dell’Anbi in favore dei Consorzi, anche casertani e campani, e del comparto agricolo in generale”.