Asl Benevento
La Guardia di Finanza di Benevento ha eseguito 6 misure cautelari, emesse dal Gip presso il Tribunale di Benevento, nell'inchiesta del Pm Giovanni Tartaglia Polcini sull'Asl sannita.

Arresti domiciliari per 4 persone, titolari o legali rappresentanti di alcune società: Michele Galietta, all'epoca dei fatti, in qualità di amministratore di diritto della società MI.GA.PI. Soluzioni Srl; Ercole Nittolo, in qualità di amministratore di fatto della società Matrix Srl; Antonio Ionno, amministratore di diritto della società GERIM A di Ionno Antonio & C. Sas, e New Center Sas; Giovanni Sgueglia, all'epoca dei fatti, in qualità di amministratore di diritto della società Admin Group Srl.

Obbligo di dimora invece per l'ex direttore amministrativo e responsabile dell'Uoc Economico Finanziario dell'Asl Benevento, Felice Pisapia, mentre c'è l'obbligo di presentazione per Federico Russo, dirigente in servizio dell'Uoc Farmaceutica dell'Azienda sanitaria locale. Tra le ipotesi di reato contestate, a vario titolo, quelle di truffa aggravata e continuata in concorso, ma anche peculato ai danni della Pubblica Amministrazione, commessi a Benevento fino al 2013.


L'ordinanza custodiale - si legge nella disposizione del Procuratore Giuseppe Maddalena - è stata adottata nel corso delle indagini condotte dal Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Benevento su delega della locale Procura, in ordine a numerose fattispecie delittuose.

Il GIP ha anche disposto il sequestro, finalizzato alla confisca per equivalente su beni di proprietà degli indagati, per un valore complessivo di circa 1,5 milioni di euro.