L’ Arena Gaveli presenta Il ladro di Cardellini

Venerdì 24 luglio, nell’Arena Gaveli, sarà proiettato il film “Il ladro di cardellini” di Carlo Luglio, alla presenza del regista e degli attori protagonisti che introdurranno l’opera e interagiranno con il pubblico. Si tratta di una riuscitissima commedia amara che, pur mantenendo uno stile fresco e divertente, non disdegna qualche riflessione importante ed impegnata sul destino della vita e sulla possibilità di riscatto che i personaggi del film devono ricercare fino alla fine dell’opera.

Tra i protagonisti del film che saranno presenti alla proiezione, c’è l’attore Ernesto Mahieux, veterano della recitazione che ha lavorato con artisti del calibro di Ettore Scola, Giannini e Mastroianni e che negli ultimi anni ha interpretato ruoli molto intensi come in Fortapàsc di Marco Risi o o ne “L’imbalsamatore” di Matteo Garrone, interpretazione che gli è valsa la vittoria di un Davide di Donatello come attore non protagonista nel fim “L’imbalsmataore”.

Insieme a. Mahieux e al regista, ci saranno altri due componenti del cast molto importanti come Yuliya Mayarchuck, protagonista in diverse importanti serie TV (il Maresciallo Rocca, RIS, La Squadra, Distretto di Polizia) oltre che di diversi lavori cinematografici di rilevanza nazionale ed internazionale (con registi come Carlo Vanzina e Abel Ferrara) e Viviana Cangiano, quest’ultima nota sia come attrice che come cantante dell’innovativo duo delle Ebbanesis (Viviana e Serena) che spopola sul web e nelle serate dal vivo con delle originali rielaborazioni di grandi classici della canzone napoletana e non solo.

Il Gaveli, dopo essere stato tra le prime sale a riaprire dopo il lockdown, continua il suo impegno per il cinema e per la diffusione anche di quelle opere che, pur essendo spesso di ottima qualità, frequentemente viaggiano al di fuori dei canali distributivi più importanti. Come già per la precedente presentazione del film “Ammèn” che ha riscosso moltissimo successo all’Arena, “Il Ladro di Cardellini“ è un film ambientato in Campania e realizzato con il supporto della Campania Film Commission a conferma del buon momento creativo e produttivo del cinema della nostra Regione.

La proiezione inizierà alle 21.15, preceduta, oltre che dall’incontro con il cast e con il regista, anche da un video messaggio dell’attore Nando Paone.


Giornata ecologica a Calvi

Si è svolta domenica 19 luglio a Calvi la giornata ecologica, organizzata dall’associazione sportiva EanscinTao e dal Comune di Calvi e che ha visto la partecipazione di circa cinquanta persone tra bambini e adulti.

Alle 16.30 si è tenuto il raduno in Piazza Roma, con la distribuzione di guanti e buste differenziate per la raccolta.

Sono state percorse e ripulite le principali strade del centro urbano, per fare ritorno in serata nell’anfiteatro in Piazza Roma, nel quale è stato offerto un ristoro a tutti i partecipanti.

“Insieme ai ragazzi dell’associazione EanscinTao, che ringrazio di cuore, abbiamo voluto fortemente un’iniziativa dal grande impatto sociale ed educativo, che ha coinvolto tanti giovani e adulti. Un grande esempio di impegno e cittadinanza attiva per educare al rispetto dell’ambiente e combattere il degrado e l’inciviltà”, il commento di Paolo Vesce, Presidente del Consiglio Comunale di Calvi, che ha preso parte attivamente alla raccolta. Presenti alla manifestazione, oltre al Sindaco di Calvi, Avv. Armando Rocco, anche l’Assessore Vincenzo Argenio e il Consigliere Vincenzo Gnerre, che hanno collaborato attivamente alla realizzazione dell’evento.




Coletta e Molinaro (M5S): “Da Caldoro e De Luca ora promesse, poi i tagli”

“L’ipocrisia da campagna elettorale di Caldoro e De Luca è un insulto all’intelligenza dei cittadini. E’ oltraggioso e inaccettabile che i responsabili dei tagli alla sanità campana oltre che i primi a voltare le spalle alle aree interne, vengano ora nel Sannio a promettere le stelle, quando sanno già che una volta eletti – come già accaduto – torneranno a fare gli interessi di una parte della Campania, e neanche quella dei cittadini comuni” a dirlo sono i candidati al Consiglio Regionale del M5S Antonella Coletta e Carmine Molinaro.
“Caldoro – proseguono – mente sapendo di mentire quando annuncia la riapertura dell’ospedale di Cerreto Sannita. Vogliamo ricordare ai cittadini che quell’ospedale fu chiuso proprio per il piano di razionalizzazione sottoscritto da Caldoro che ora però – quasi machiavellicamente –  promette di riaprire.  I tagli lineari perpetrati alla sanità campana con grandi ripercussioni sui servizi sanitari nel Sannio, sono stati una sua scelta, quando la campagna elettorale era già archiviata e poteva tornare tranquillamente a ignorare le esigenze dei cittadini del beneventano. Tra l’altro ricordiamo che Caldoro oggi è consigliere in Regione grazie a un seggio sottratto al Sannio, un territorio a cui pur dovendo essere riconoscente per la sua elezione, non ha mai rivolto attenzione in questi 5 anni di governo.

Lo stesso dicasi per De Luca. Stiamo lentamente uscendo da un’emergenza che in Campania poteva avere gravissime ripercussioni perché ancora una volta, i servizi ai cittadini erano stati ridotti all’osso dal suo governo. Oggi viene qui, supportato dal sindaco di Benevento, acerrimo nemico fino a pochi mesi fa, e vanta sviluppi futuri da Silicon Valley per l’utilizzo delle acque della diga di Campolattaro, quando tutto ciò che ha fatto è stato approvare un studio di fattibilità che nulla ha a che vedere con una progettazione vera e concreta. Sia chiaro ai cittadini: non esiste un progetto approvato dalla Regione Campania in merito all’invaso di Campolattaro, quelle di De Luca – come sempre – sono promesse scritte sulla sabbia.

De Luca parla del nulla e fa specie che a celebrarlo, nella sua venuta nel Sannio, siano una serie di amministratori locali ben consapevoli di quanto poco abbia fatto la Regione per le aree interne. Elemosinare attenzioni a un governatore che una volta ottenuto il secondo mandato, tornerà a trattare i sanniti da cittadini di serie B, non fa bene al territorio e non fa bene alla politica.

E’ difficile scardinare un sistema basato su convenienze elettorali e legami tra amici – concludono Coletta e Molinaro – ma fino ad oggi la gestione del governo campano è stata questa. E De Luca e Caldoro – anche se ve lo promettono – non cambieranno”.